Commercio

Da Altivole a Londra, Berlino e Los Angeles: il sogno di Valeri Sport prende forma

Tutti conoscono il Megastore Valeri Sport, che vende abbigliamento e accessori da moto ed è noto per essere il più fornito d’Italia. Inaugurato nel 2011 a coronamento di una storia commerciale cominciata negli Anni ’80 dalla signora Valesca dello Jacovo, il Megastore si trova a Cornuda. “Da sempre puntiamo a offrire al cliente tutto il meglio che propone il mercato, infatti disponiamo di un magazzino reale, non ‘virtuale’, di 30.000 articoli”, sottolinea l’ad Francesco Forner, figlio di Valesca.

 

La grande novità del mondo Valeri è il progetto Valeri 84 – Riders District, inaugurato lo scorso 5 maggio a Caerano San Marco (a poco più di un km dalla sede centrale). Si tratta di uno store dedicato al mondo “dei ferristi”. Oltre 2000 persone sono arrivate per ammirare il nuovo Riders District e le prestigiose moto dei migliori customizer provenienti da tutta Europa in esposizione. Gli ospiti non sono mancati: Omar Fantini, comico della trasmissione Colorado di Canale 5, Stella Tasca, artista romana che ha dipinto t-Shirt e giacche di pelle in edizione limitata, e le Pink Armada, rock band composta da 5 ragazze che si sono esibite tutto il pomeriggio facendo scuotere la testa a tutti i presenti.

 

Durante l’evento è stato eletto anche il primo vincitore del #valeri84contest, concorso per preparatori di moto special che si ripeterà ogni anno. Abbiamo chiesto proprio a Forner di aiutarci a comprendere meglio questa nuova realtà del Riders District.

Perché l’esigenza di differenziare? Non bastava il Megastore?

“Valeri Sport è grande (1500mq) e punta molto sui concetti della grande distribuzione (assortimento e offerte). Con il tempo, pur essendo così ampio, sono iniziati i problemi di spazio espositivo, inoltre notavamo un’importante fetta di clienti interessati alle moto cafe racer, scrambler, custom. A loro, con il nuovo Valeri 84 Riders District, non offriamo solo abbigliamento tecnico ma anche casual e calzature in ‘stile rider’, oltre alla possibilità di sostare al Valeri Motor Coffee (caffetteria- cicchetteria) e ammirare le decine di moto parcheggiate. La denominazione ‘Riders District’ definisce il nostro concetto di punto di ritrovo per motociclisti: shop, bar, outlet e in futuro è prevista anche l’apertura di una concessionaria con officina”.

Ci dai qualche numero?

“Valeri 84 Riders District ha un’area vendita di 1.000 mq suddivisa in 5 grandi aree: abbigliamento tecnico, casual, calzature, caschi e punto bar. All’interno è presente una sartoria a vista dove è possibile riparare o personalizzare qualsiasi capo, per esempio applicando le patch ai giubbotti. Puntiamo molto sui marchi per differenziarci, per questo siamo i primi rivenditori per l’Italia del brand spagnolo Fuel Motorcycles ed esclusivisti per la zona di abbigliamento edizione limitata Steve McQueen, Deus Ex Macchina, Belstaff e calzature Red Wings. Inoltre abbiamo lanciato delle edizioni speciali ‘84ʼ di giacche in pelle, t-shirt e anfibi”.

Qual è la filosofia che sta alla base di questa nuova, ambiziosa realtà?

L’esperienza e il lavoro di mia madre e mia ha portato Valeri Sport a essere riconosciuto in tutta Europa; ora con Valeri 84 Riders District puntiamo oltreoceano: lo stile è californiano ma sempre con un tocco della nostra personalità. Con un assortimento vastissimo, brand internazionali e personale altamente qualificato, per essere in grado di informare sulle caratteristiche tecniche e sullo stile. Siamo partiti da un piccolo negozio di un paesino, Altivole, e ora puntiamo ad aprire a Londra, Berlino e Los Angeles: è un bel risultato, non crede? E’ il nostro sogno che prende forma.

Il cliente alla ricerca di capi “vintage” e distintivi, vicini ai mondi cafe racer e custom, è cresciuto molto?
Da anni ormai il fashion strizza l’occhio alle moto: il pubblico si è evoluto, è diventato più attento alla moda, ma anche alla qualità della pelle e dei tessuti. Molti poi ricercano capi come t-shirt, giacche o anfibi in stile biker anche se non hanno una moto, filone da sempre battuto da aziende come Belstaff e Barbour. Ma per noi è una nuova fetta di mercato: molti sono ex motociclisti ‘racingʼ o ‘granturismoʼ che ora vogliono godersi il paesaggio, altri sono amanti dello stile e del design ai quali piace avere una moto personalizzata e unica. Poi questo si riflette anche sul loro stile di vita a 360 gradi e noi siamo in grado di offrire loro tutto quello di cui hanno bisogno.

Quali sono i capi che “tirano” di più?

Il casco è l’articolo più ricercato, perché è quello che più ci fa distinguere: ecco perché nel District abbiamo oltre 600 caschi esposti in un’area di ben 400 mq: qui è possibile trovare qualsiasi marchio, anche i più particolari come Bell, Hedon, Biltwell, Dmd, e non mancano Shoei, Arai, Premier, Caberg e molti altri.

Quali sono i vostri obiettivi per il 2019? Il nostro calendario è colmo di eventi, basti pensare che ospiteremo al Valerisport il 9 giugno Danilo Petrucci e ad agosto Alex Rins dalla MotoGP e al nuovo Riders District di Caerano San Marco è previsto un aperitivo serale (in moto) a giugno con ospiti speciali e musica.

Valeri Sport
Via Cadore 86, Cornuda
www.valerisport.it
www.valeri84.it
0423 569484

Articolo precedente

E' di Treviso il leader mondiale delle carte da gioco

Articolo successivo

Precisione e qualità nelle lavorazioni: in Italia e in Europa

Sull'Autore

admin

admin