Servizi

Un vivaio unico. Una grande passione

Pier Luigi Priola racconta la nascita e la crescita della storica azienda agricola

Nel campo, sono stati dei pionieri. E lo sono ancora. Sono vivaisti, ma soprattutto ricercatori, Pier Luigi Priola e la moglie Gabriella, titolari della storica azienda agricola Priola, nata a Treviso nel 1969.

Realtà sorta grazie alla passione, all’audacia e ai fortunati incontri di Pier Luigi, che spiega come “l’Italia, nel 1970, era un campo deserto riguarda la ricerca sulle piante erbacee perenni”.

“Sono sempre stato appassionato di piante – spiega Priola – e nel 1970 ho iniziato a specializzarmi sulle erbacee perenni, iniziando a fare ricerche all’estero poiché in Italia non c’era nulla. In quegli anni lavoravo con paesaggisti famosi: fondamentali per il mio lavoro sono stati l’incontro con Franz Bogart e Ferrante Gorian, avvenuti nel ’63, ’64. I due paesaggisti arrivavano rispettivamente dal Belgio e dall’Uruguay, avevano collaborato con nomi importanti, e stavano portando in Italia un paesaggismo nuovo, innovativo, ancora sconosciuto al nostro paese”.

Determinante, per Pier Luigi Priola, fu il lavoro con i due paesaggisti. Una collaborazione che portò all’invenzione di nuove piante, all’avvio di una ricerca che tuttora dura, e che è in continua evoluzione.

La ricerca è parte fondamentale del lavoro che viene svolto nell’azienda Priola, attività che ora è gestita dai due storici titolari e dai figli di questi, Mirko e Valentina. A Trevignano c’è la sede produttiva del vivaio, mentre a Treviso in via Acquette si trova il vivaio per la vendita diretta al pubblico, a self-service, resa possibile grazie alla disposizione in ordine alfabetico delle piante suddivise per tipologia: perenni, felci, graminacee, arbusti.

Specializzata in erbacee perenni e graminacee ornamentali, l’azienda Priola conta su invidiabili collezione di piante tenendo 97 varietà di menta, 75 varietà di viola mammola, solo per fare qualche esempio. E’ sempre presente, inoltre, alle varie manifestazioni fieristiche del settore, e oltre a seguire la produzione e la vendita continua quell’attività di ricerca iniziata oltre 40 anni fa.

“E’ stata una strada in salita – racconta il titolare – e la salita non è ancora finita. Ho dovuto fare molti sacrifici per arrivare fin qui, e così anche la mia famiglia. Ho iniziato a fare ricerca quando non esistevano i telefonini, né tanto meno internet. Il rapporto con gli appassionati del settore, negli anni ’70, era ben diverso da ora. Trovare ciò di cui si aveva bisogno molto più difficile. Ma il percorso mi ha fatto crescere e ho ottenuto grandi risultati e molte soddisfazioni”.

“Anche la clientela – conclude Priola – mi ha aiutato molto. Ho avuto la fortuna di avere sempre una clientela particolare, appassionata, e questo mi ha spinto a fare sempre del mio meglio, a non fermarmi mai”.

 

www.vivaipriola.it

Articolo precedente

Doimo Cityline: l’arredo Made in Treviso

Articolo successivo

Dal carretto col cavallo all’azienda di oggi: Garbelotto Formaggi innova. Tradizionalmente

Sull'Autore

admin

admin