AgroalimentareFeatured

Zara: la pasta di Marca venduta in 108 paesi

Pasta Zara chiude il 2015 con vendite per 285 milioni (+8,4% su esercizio precedente) e ipoteca un 2016 con una ulteriore crescita del 7% registrata nel primo trimestre di quest’anno. Sono alcuni elementi dell’andamento dei conti per il colosso della pasta di Riese Pio X (TV), presente anche con stabilimenti a Rovato (Brescia) e a Muggia (Trieste), per una occupazione complessiva di 447 dipendenti, 95 dei quali entrati in organico lo scorso anno.

“Sono numeri che dimostrano indubbiamente una capacità di reagire di fronte ad una situazione globale problematica da molti punti di vista – rileva il presidente, Furio Bragagnolo (in foto) – e in questo va visto anche l’impegno sempre maggiore nel settore molitorio che in poco tempo ci ha portato ad essere il terzo macinatore di grano duro in Italia”.

Rispetto ai mercati esteri, dove Pasta Zara viene venduta in 108 Paesi del mondo, prosegue Bragagnolo, “continuerà l’impegno per combattere la concorrenza sleale dell’italian sounding, ovvero quelle produzioni agroalimentari che simulano una origine italiana ma che ovviamente non hanno nulla a che vedere con la tradizione e sopratutto la qualità del vero Made In Italy”

Articolo precedente

Cerletti: una grande scuola legata a un grande vino

Articolo successivo

Il Prosecco in “nazionale”. Grazie a Antonio Carpenè

Sull'Autore

admin

admin